Correre e soffrire non è possibile

Correre e soffrire contemporaneamente non è possibile. Non l’ha detto un grande poeta l’ha detto, credo un signor nessuno ma sono d’accordo.

Stasera non andava niente, ma proprio niente. Le gambe mi fanno male, Mi sembra che si sfilaccino, è stata una giornata terribile Non è facile da descrivere neanche voglio farlo. Sono uscito per fare un’oretta di corsa senza perché senza per come, come vecchia playlist con gente come Luca carboni, Amedeo Minghi, Marco Masini Tiziano Ferro…

È stata molto faticosa perché non avevo un minimo di reattività nelle gambe non avevo stimoli, il tempo sembra essersi fermato, le strade sono sempre le stesse… Poi corre, piano, la musica, senti che le cose si stabilizzano lievemente. Probabilmente sembra che io scriva ma sto dettando a voce ad un telefonino ( non è facile).

Ragazzi credetemi quel compleanno.

È la quinta mattina di fila che mi sveglio piangendo…

Non è un problema Virgo non per me magari lo appende persona a cui telefono. Ho fatto così tanti incubi consecutivamente negli ultimi anni che ormai era diventata una cosa normale svegliarsi senza incubi era diventato strano… .

Il fatto è che io non escludo nulla nella vita perché non prevedo il futuro ma credo che non ci sia possibilità o meglio diciamo che ho praticamente perso la speranza riguardo me stesso. Mi rendo conto che sono parole pesanti ma è quello che penso.. quindi..ehhh…quindi
Corre ragazzo, corri, finché puoi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...