Motivazioni per correre

Non esiste un runner invincibile che porta a termine tutte le gare, che corre sempre bene è sempre forte. Per quanto una persona abbia esperienza
e sia motivata esistono momenti di profonda crisi nei quali a volte ci si rialza ed a volte no. Se parliamo di gare “inaccessibili” per i comuni mortali come la spartathlon ( 246 km) o la Badwater Ultramarathon .

Scott Jurek che le ha vinte entrambe ed ha scritto il libro Eat and Run racconta dei propri espedienti e delle proprie tecniche per risollevarsi dai momenti di più assoluto sfinimento fisico e mentale. Nel suo caso la formula quasi sempre è abbastanza semplice. A Scott nella maggior parte dei casi bastava ricordare le parole del padre quando lui non voleva fare qualcosa e cioè : Fallo e basta! ( Just Do It!) e per incanto letteralmente si rialzava e proseguiva. Poi come tutti sappiamo Just Do It è divenuto in seguito lo slogan della Nike…. Ma questa è un’altra storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...