E’ difficile sentirsi italiani

A parte quando gioca la nazionale ovviamente. Io sono talmente orgoglioso e cocciuto (ma anche coerente e idealista) che sono riuscito anche a tifare contro la nazionale, dal 1994 fino a pochi anni fa (non è facile e neanche bello).

Non ci siamo mai sentiti italiani. Possiamo dirlo. Sappiamo che è vero non scopriamo nulla.

Tutti amano la patria ed hanno un orgoglio nazionale che rasenta il “nazionalismo”: germania, francia, inghilterra….tutti sono orgogliosi di essere parte della propria nazione. A noi no. A noi non frega un cazzo (a me per primo, ma i miei sono risentimenti personali).

Pensavo prima, per la morte di Paolo Rossi.

Abbiamo perso la guerra. Ma ci hanno liberato dai fascisti. Ma chi erano i fascisti allora? Questa cosa penso non l’abbiamo mai capita bene. neanche io. (a volte tralascio la punteggiatura intenzionalmente).

siamo una colonia americana, certo. come tutta l’europa occidentale. però loro sono patriottici.

Io sono di modena. c’era il problema del sud. eravamo diversi e non ci amavamo. ma proprio per niente. ognuno aveva le proprie ragioni. io posso dire quelle del nord ma….per me la cosa ora è sistemata. solo chi non è mai venuto al nord non lo ha capito.

“L’Italia è un paese di merda” disse di mio padre quando ero molto piccolo. ci rimasi molto male. a scuola ti insegnano diversamente.

i nordici rispettano le regole, hanno governi seri. vero. i nostri politici confronto sono inqualificabili. ma anche in brasile c’è un sacco di corruzione. anche in sudamerica. eppure guai toccare il brasile ai brasiliani.

poi il covid. il covid ha evidenziato che tedeschi inglesi e francesi non sono questo popolo cosi’ dotato di senso civico. anzi. sono come noi. peggio di noi. quindi?

tra nord e sud…..nel bene e nel male abbiamo dei tratti eeniali, unici. gli italiani. gli italiani hanno un “nonsochè” che nessun popolo ha. eppure.

lasciate stare me, l’ho detto i miei sono risentimenti personali stavo solo pensando……

stavo pensando che forse razionalmente a 75 anni dalla guerra ora potremmo essere una nazione.

seriamente.

ora potrebbe essere il momento buono anche se, ora c’è la globalizzaione ed il consumismo globale per cui “io voglio essere una rockstar per prima cosa ed in secondo luogo ” ame non frega un cazzo degli altri” (non mi riferisco a me personalmente.

questa forse è la nuova identità mondiale. Tra un po’ saremo una nazione unica: Amazonia.

ho una poltrona nuova invece che una sedia. non so se scrivo meglio. ma scrivo di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...